A2 Femminile: commento alla 6ª giornata di andata

di -
0

Nella 6ª giornata di andata del campionato di serie A2 femminile continua la marcia solitaria al comando dell’imbattuta capolista Geas Sesto San Giovanni (Ercoli 24) che vince il testa coda sul campo della Mercede San Paolo Alghero (Azzellini 14) e mantiene due punti di vantaggio sulle immediate inseguitrici.

All’inseguimento della compagine di coach Zanotti troviamo la B&P Autoricambi Costa Masnaga (Visconti 16), che vince nettamente in trasferta il derby lombardo sul campo della Fassi Gru Albino (Vincenzi 6) con coach Stibiel a rischio esonero, e la Scotti Rosa Empoli trascinata da un’incontenibile Pochobradska autrice di 22 punti e 12 rimbalzi nel successo esterno ottenuto dopo un overtime sul pericolante campo del Cus Cagliari, a cui non sono bastati i 19 punti di Alesiani ed il cuore dopo aver recuperato uno svantaggio di 15 lunghezze accumulato a fine 3° quarto.

Alle spalle della coppia lombarda-toscana troviamo il quartetto composto da Tecmar Crema, Il Ponte Casa d’Aste San Gabriele Milano, San Salvatore Selargius ed Ecoprogram Castelnuovo Scrivia. Le cremasche (Picotti 11) si impongono con un parziale di 5 a 17 negli ultimi 10’ sul campo delle sante (Martelliano 10), mentre le sarde (Russo 13) dopo un primo equilibrato dominano senza grossi problemi contro la pericolante Itas Alperia Bolzano (Cela e Matic 15), mentre le piemontesi (Salvini 13), che hanno giocato una gara in più, vengono nettamente superate in trasferta umbra dalla Ceprini Azzurra Orvieto (Brunelli 22), che al contrario deve recuperare il prossimo 5 gennaio la gara interna con il Cus Cagliari, rinviata lo scorso 30 ottobre a causa del terribile terremoto che ha colpito il Centro Italia.

Dietro questo quartetto troviamo come detto la coppia composta da Ceprini Orvieto e Fassi Albino con le orobiche autentica sorpresa in negativo di questo inizio di stagione. Nella zona calda della classifica importante vittoria casalinga della Surgical Virtus Cagliari (Templari 25), che supera il fanalino di coda Castel Carugate (Albano 14), che nei prossimi giorni dovrebbe perfezionare un paio di innesti suppletivi per cercare di allontanarsi dalla zona retrocessione.

Alle spalle della compagine cagliaritana troviamo la coppia composta da Cus Cagliari che cede all’overtime di un solo punto in casa contro Empoli e Bolzano che in terra sarda viene seccamente sconfitto dal Selargius.

Infine a chiudere la classifica con nessuna vittoria all’attivo troviamo la coppia composta da Castel Carugate e Mercede San Paolo Alghero che nel prossimo turno si affronteranno nello scontro diretto.