C Silver: commento 8ª di ritorno

basket sport
basket sport

Cremona – Nella 23ª giornata, ottava del girone di ritorno nessuna novità con le prime 3 in classifica che vincono e con qualche sorpresa in fondo.

Al comando troviamo la capolista Juvi Ferraroni Cremona (Vacchelli 16) che senza lo squalificato Asan piega in casa con qualche difficoltà i mantovani della Pontek Bancole (Dalfini 19) e mantiene il vantaggio sull’inseguitrice Seriana Stampi Nembro (Silva 18), anch’essa prevale con qualche difficoltà in casa contro la pericolante Gamma Segrate (Alesse 13), e l’Ecology System Viadana (Cacciavillani 28) che completa il podio e che si impone con qualche difficoltà nel derby mantovano in casa della Negrini Quistello (Cassinerio 14).

Alle spalle della compagine viadanese cade un po’ a sorpresa l’Imbalcarton Prevalle (Pezzali 14) che cede dopo 2 overtime sul difficile campo della discontinua Cittadini Sarezzo (Feroldi ed Apollonio 15), mentre alle spalle della compagine valsabbina nulla da fare per le 2 neopromosse mantovane, vale a dire Sesa Sustinente e Pontek Bancole.

I primi (Steccanella 17) perdono di misura sul campo della pericolante Remer Rubinetterie Blu Orobica Bergamo (Nani 13) prossimo avversario di Cazzaniga e compagni, mentre i secondi cedono lottando sul campo della capolista.

Alle spalle della coppia virgiliana troviamo il terzetto composto da Sas Lic Verolanuova, Fortitudo Busnago e Cittadini Sarezzo. I verolesi (Santos 14) vincono in casa con qualche difficoltà contro i mantovani della Ladyleaf Tomasi Auto Asola (Zanella e Savazzi 18) che in settimana hanno salutato coach Pini promuovendo a capo allenatore l’ex vice vale a dire l’ex Virtus Lumezzane Piccinelli, mentre i brianzoli (Ghislandi 29) vincono contro la pericolante Bellini Gorle (Locatelli 19), ed infine i triumplini della Cittadini Sarezzo che stoppano i valsabbini dell’Imbalcarton Prevalle.

Alle spalle del terzetto bresciano-brianzolo troviamo la coppia composta da Negrini Quistello sconfitta a domicilio dall’Ecology System Viadana e XXL Bergamo (Montagnosi 20) che cede nei secondi finali sul campo del fanalino di coda Virtus Brescia (Bolis 31).

In piena zona playout troviamo il quartetto composto da Remer Rubinetterie Blu Orobica Bergamo, Gamma Segrate, Ladyeaf Tomasi Auto Asola e Bellini Gorle che precedono il fanalino di coda Virtus Brescia che a sorpresa supera tra le mura amiche i bergamaschi della XXL Bergamo.