I rifiuti e l’inciviltà

Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Possono esserci tutti i sistemi di controllo che vogliamo, ma essenziale deve essere l’esistenza di una coscienza civica. Purtroppo dobbiamo ammettere la mancanza della stessa a cui ha certamente contribuito anche la mancanza dell’autorità. Così i rifiuti diventano un problema generale, risentono di questa situazione, dove sono in molti a fare quello che più fa comodo a livello personale.

Nel caso specifico ci sono cassonetti, le discariche, comuni dove si fa la raccolta porta a porta, ma dove non mancano, purtroppo, le discariche abusive. Così, chiamati per evidenziare un caso, uno dei tanti, ma del quale non sapevamo l’esistenza, ci siamo recati direttamente sul posto per verificare una situazione che chiunque può vedere percorrendo la SP 33, più o meno in corrispondenza dell’abitato di Binanuova, dove ci sono da ambo le parti delle piazzole di sosta.

Una volta scesi dalla macchina si evidenzia subito il comportamento di chi si ferma per ristorarsi o rilassarsi e che immancabilmente lascia anche qualche rifiuto. Ma questo è niente di fronte a quello che potete vedere se vi sporgete dal guard rail, la scarpata verso l’abitato di Binanuova evidenzia parecchi rifiuti, ma è ancora poco di fronte a quello che potete vedere dall’altra parte, verso la campagna.

Rifiuti_binanuovaIl Comune di Gabbioneta Binanuova - afferma il vice Sindaco Bonazzoli Antonio - conosce molto bene la situazione che riguarda aree di proprietà dell’Amministrazione Provinciale, di conseguenza dovrebbe essere la stessa a provvedere in merito“.

Non voglio con questo – precisa lo stesso - fare da scaricabarile, anche perché nonostante conosciamo bene la situazione nella quale si trova quello che resta dell’ente provincia, di fronte a una chiamata, una o due volte all’anno, non si sono mai rifiutati. Da parte nostra, nonostante le nostre scarse possibilità, responsabilmente interveniamo con il nostro unico cantoniere, a volte aiutato dai volontari della protezione civile“.

Però – evidenzia Bonazzoli - siamo arrivati ad una situazione non più sostenibile, perché facendo anche la pulizia oggi, domani ci ritroveremmo nella stessa situazione, purtroppo“.

Certamente oggi non è facile trovare una soluzione da mettere in pratica, soprattutto una che abbia una prospettiva sul futuro.

Certo una soluzione a costo zero, sarebbe quella di ristabilire un maggior senso civico. Oggi purtroppo non resta che far maturare questo senso civico attraverso la messa in opera di telecamere e relative sanzioni, anche se questo, purtroppo, non sempre da i risultati sperati perché ormai ci sono esperti che trovano qualsiasi cavillo per arrivare all’annullamento delle sanzioni.

Lasciando agli enti interessati la scelta dell’azione migliore da intraprendere, noi ci permettiamo di fare una proposta, chiedendo al comune un intervento presso i responsabili del parco dell’Oglio, perché provvedano alla posa, oltre che di qualche cestino porta-rifiuti,  anche di appositi cartelli che mettano in evidenza che in quel punto si trovano all’interno del parco dell’Oglio e che quindi, a maggior ragione, l’ambiente merita rispetto.

Infine molto importante è la segnalazione da parte dei singoli cittadini, non bisogna mai stancarsi di denunciare queste situazioni con la speranza che qualcuno capisca.

Giampietro Masseroni
Classe 1940. ex sindaco di Pescarolo, appassionato estimatore del proprio territorio, del quale conosce- e riporta- vita, morte e miracoli...