Il Cisvol nel Casalasco

Gussola- Non è certo da tutte le banche offrire gratuitamente degli spazi liberi di una filiale per creare un ufficio distaccato del Cisvol cremonese nel casalasco. Ma Cassa Padana, si sa, il servizio per il territorio ce l’ha nel DNA. I rapporti con la “casa madre” del Centro Servizi per il Volontariato, a Cremona, sono attivi e profiqui da diverso tempo, quando è sorta la necessità di creare un presidio a Gussola, quindi, è stato naturale proporre l’uso gratuito di un ufficio, posto al piano superiore della banca e quindi in qualche modo isolato dalla parte commerciale.

Ecco allora che dal 2012, dopo una festosa e molto partecipata cerimonia di inaugurazione, Sara Ferrari, storica e competente referente del Cisvol, aiuta le associazioni del territorio accogliendole in via Garibaldi, preferibilmente tramite appuntamento, per meglio gestire l’accesso allo sportello, vincolato da severe norme di sicurezza. Nel corso degli anni questo presidio è diventato un vero e proprio punto di riferimento, per numeri e presenze più frequentato persino del vicino ufficio di Casalmaggiore.

La formula si è rivelata vincente, anche se “si è dovuto attuare qualche piccolo accorgimento di ordine pratico per risolvere alcuni problemi. Come la gestione del telefono (con un centralino comune) e l’accesso spesso ‘autogestito’ da parte di alcuni referenti di associazioni, abituate a passare da me anche solo per un saluto. Ma la situazione è rientrata subito nei ranghi, consentendo un regolare svolgimento delle consulenze, senza gravare troppo sulla filale”, dice Sara Ferrari, assolutamente soddisfatta di questa sua nuova collocazione.

“Ora mi piacerebbe mettere maggiormente a frutto questa bella collaborazione con Cassa Padana, magari coinvolgendo, come si diceva all’inizio, una ragazza della filiale di Gussola, che possa fare un po’ da segreteria organizzativa per i corsi di formazione, che si svolgono poi nella sede del centro Natura Amica. Niente di particolarmente impegnativo, solo la consegna ed il ritiro dei moduli di iscrizione e magari il pagamento tramite versamento sul conto corrente che abbiamo alla filiale di Cremona”, sottolinea con motivazione la referente del Cisvol.

Il coinvolgimento più sostanzioso sarebbe poi per l’annuale Festa del Volontariato. Si è deciso infatti che diventerà itinerante, per il 2015 sarà a Rivarolo del Re, il 15,16 e 17 maggio. Tre giorni all’insegna della solidarietà e del volontariato, ma anche della musica, dell’intrattenimento e delle tradizioni culinarie locali.
“L’idea è quella di presenziare alla festa turnandosi con i colleghi dell’area, direttamente all’info point all’ingresso della festa. Non certo per parlare di prodotti finanziari, presenteremo il lato mutualistico della Cassa, la nostra faccia rivolta al bene comune ed ai bisogni del territorio, raccontando i nostri innumerevoli progetti, spesso alternativi”, specifica Fabio Tambani, vice capo area del cremonese e casalasco.

Anche la comunicazione, con l’ufficio I.T Popolis, fiore all’occhiello della Bcc, avrà un ruolo importante. Si è pensato infatti di creare un video che racconti come i fondi raccolti della precedente manifestazione siano stati impiegati, da proiettare il venerdì sera, come apertura della festa. Mentre durante i tre giorni un operatore video documenterà i momenti principali, per montare un filmato a ricordo di questa esperienza. All’info point inoltre verrà messo uno schermo dove passeranno tutte le notizie inerenti il programma e i video sulle associazioni casalasche precedentemente creati da Valerio Gardoni, storico collaboratore di Popolis.

Barbara Ponzoni
Barbara Ponzoni, laureata in lettere moderne. Scrive da sempre, per lavoro e per diletto. Attualmente è nella redazione di Popolis.it, Popolis rivista e VivereCremona.it.

NESSUN COMMENTO

Lascia il tuo commento


− due = 5