La corale Paulli nella chiesa di Pieve Terzagni

paulli

Pieve terzagni – Non ha certamente deluso le aspettative, la corale Paulli nella serata svoltasi nella chiesa di Pieve Terzagni sabato 7 ultimo scorso con il titolo “Il Piave mormorava”. Ha aperto la serata il sindaco Cominetti che, oltre a ringraziare i presenti, in sintesi, ha evidenziato l’importanza di quella canzone, nel centenario di un  impresa, che ha dimostrato cosa hanno saputo fare gli italiani uniti, nonostante si trattasse di uno stato nato da poco e impreparato al tragico evento e che deve essere un invito anche oggi all’unione, tralasciando rancori e diversità ma guardando all’interesse generale.

Per la corale ha aperto poi il professore Gianfranco Ghilardotti attraverso una breve introduzione storica con l’illustrazione delle quattro strofe del Piave e i vari momenti e stati d’animo  che si sono succeduti nell’evolversi della e varie fasi del tragico evento dalla  sconfitta di Caporetto  il 24 10.1917 , alla chiamata alle armi dei giovani, definiti classe di ferro, alla vittoria un anno dopo il 24.10.1918 e alla firma dell’armistizio.

Poi è toccato al maestro Giorgio Scolari, direttore del coro dal 1974 aprire con La leggenda del Piave, Il testamento del Capitano, Monte Nero” e al Professore Ernesto Grassi leggere la prima lettura “con me e con gli alpini” al quale è seguito il coro dopo la presentazione dei brani “E col cifolo del vapore, siam prigionieri, Stelutis alpinis“.  A seguire, la seconda lettura dal titolo “pesavento il furbo” di Piero Monelli e gli ultimi canti “monte Pasubio e i baldi alpin van via” e le ultime letture o meglio poesie di quel giovane poeta Ungaretti che a 19 anni si trovava già sul fronte.

La serata è proseguita, tra gli applausi dei presenti, con con due canti fuori programma il primo offerto dal maestro ad un pubblico speciale che ha seguito la serata con grande sensibilità e attenzione “belle rose du printeps” e su richiesta del Sindaco “Il Signore delle cime” e si è conclusa con l’inno nazionale e un rinfresco presso la casa Parrocchiale.

Giampietro Masseroni
Classe 1940. ex sindaco di Pescarolo, appassionato estimatore del proprio territorio, del quale conosce- e riporta- vita, morte e miracoli...

NESSUN COMMENTO

Lascia il tuo commento


nove − 8 =