La sagra di Pescarolo

Pescarolo ed Uniti (Cremona). Come da programma tutto si è svolto con un buon afflusso di pubblico alla sagra di Pescarolo. Le celebrazioni della ricorrenza sono iniziate nel pomeriggio di sabato 3 dicembre con l’inaugurazione di due mostre, una certamente di interesse locale relativa a fotografie di viaggi di solidarietà, voluta dall’ANCR, e l’altra di alto profilo storico e umano, voluta dal Comune in collaborazione con Cassa Padana e Fondazione Dominato Leonense dedicata a Karol Wojtyla.

Essendo occupato, per via del referendum, il solito spazio presso il Centro Anziani, l’iniziativa dell’ANCR ha trovato disponibilità di Mariotti Stefana per conto del Museo del lino per l’utilizzo della sala del rattoppo, presso il Centro Culturale. Nonostante fosse lontana dalla piazza, pienamente soddisfatto il Presidente Malaggi, per la buona affluenza di visitatori , che hanno trovato interesse nei raccoglitori che contenevano il materiale esposto nelle precedenti edizioni e nella nuova proposta.

Complessivamente 300 foto, tra le quali 5 che riportano Sindaci del territorio e esponenti dell’ANCR al viaggio della Memoria di Aix en Provence, 29 immagini per il recente viaggio a Norcia dell’AVIS locale per un iniziativa proterremotati e 57 fotografie quale memoria dell’interessante esperienza, vissuta dai Fratelli Quinzani, nel viaggio in moto a Capo Nord. All’inaugurazione, alle ore 17.00 erano presenti Il Sindaco Graziano Cominetti e l’Assessore Marcella Ferrari, che si sono portati poi presso la Chiesa del Lazzaretto per l’inaugurazione, alle ore 18.00 della seconda mostra: “Karol Wojtyla, l’uomo e la sua terra“. Nove espositori metallici sui quali sono collocati 19 pannelli che illustrano momenti che Wojtyla trascorse, nei primi anni ’50 in Polonia, assieme a amici e parenti. A completamento dell’esposizione un filmato che mostra anche immagini e commenti.

Nella sala del rattoppo, alla mostra delle fotografie, è stato aggiunto un angolo per la Biblioteca, con interessanti proposte riguardanti il recupero di libri usati e quadri, realizzati in occasione di estemporanee di pittura alla Senigola e rimaste in carico alla Pro Loco. La mostra, dopo la visita degli alunni della scuola primaria locale si è chiusa nel tardo pomeriggio di lunedì 6 dicembre, mentre quella su Karol Wojtyla resterà aperta fino a domenica 15 dicembre e potrà essere visitata su appuntamento chiamando allo 0372/836012.

Nella giornata di domenica 6 dicembre all’Oratorio gli abitanti si sono ritrovati per una visita al “mercatino di Natale”, dove erano esposti interessanti articoli di arredo natalizio, realizzati dalle volontarie dell’Oratorio. Molta gente si è riunita anche sulla piazza, dove per i più piccoli, a cura della Pro Loco, oltre al carrettino di Santa Lucia, girava anche “il pentolino”, mentre per i più grandi vi erano le specialità di stagione: caldarroste, ceci, vin brulè e l’immancabile cotechino, andato a ruba. A completamento di questo le confetture di vino realizzate dall’intraprendente signora Ingrid Bergamaschi. Un’altra iniziativa deriva da una grande passione dei dipendenti PLAC Martino (oggi in pensione) e Giampietro, che portano sulle piazze, per dimostrazione, le fasi di lavorazione e preparazione del formaggi. Una giornata positiva e condita con il lieto fine: la vittoria dei locali rossoblù del Pescarolo per 3 a 1 sull’Olmese.

Si ricorda anche che, nella mattinata di giovedì 8 dicembre, l’AVIS aspetta il pubblico in piazza Garibaldi per l’acquisto della tradizionale “pigotta” Pro UNICEF.