“Le mura veneziane di Crema” conquistano Bergamo

La conferenza di febbraio dedicata alla conservazione delle cinta murarie nell’ambito del progetto Unesco

Bergamo – La bellezza e la storia architettonica di Crema ospiti a Bergamo ad inizio febbraio, un momento che ha raccontato l’importanza e le prospettive delle Mura venete grazie alla conferenza “Le Mura Veneziane di Crema”.

L’incontro si è svolto nell’ambito del progetto Unesco sul “Sistema Difensivo Veneziano tra il XV e XVII secolo”, iniziativa transnazionale nata nel 2016 ed estesa a diverse Regioni italiane ed esteso oltre confine a Croazia e Montenegro. L’incontro divulgativo in questione ha rappresentato un momento di confronto con realtà culturali e amministrative vicine, accomunate dal medesimo interesse per la tutela del patrimonio storico, al fine di progettare nuove prospettive di promozione territoriale.

Hanno partecipato l’assessore ai lavori pubblici Fabio Bergamaschi, il Gruppo Antropologico Cremasco e la sezione cremasca del Fondo Ambiente Italiano. Gli interventi dei relatori cremaschi saranno quindi trasmessi al Comitato per le Mura di Padova, a sua volta impegnato in molteplici attività di conservazione e valorizzazione della cinta muraria cittadina.

“Avevamo promesso di tenere alta l’attenzione sulla tutela delle Mura Venete – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Fabio Bergamaschi – L’abbiamo promesso alle associazioni, ai singoli cittadini, a tutti coloro che con l’Amministrazione comunale si sono spesi per tutelare il nostro patrimonio storico, dalla campagna I luoghi del cuore promossa dal FAI alle diverse iniziative messe in campo. E’ ciò che abbiamo fatto, stiamo facendo e ancor più faremo, sia promuovendo attività di sensibilizzazione sul tema sia in termini di opere pubbliche, come la realizzazione di impianti d’illuminazione artistica della cinta muraria in tre tratti caratteristici della città (il Campo di Marte, i giardini di Porta Serio e via Stazione). L’impegno profuso è stato notato anche da realtà vicine, tra cui Bergamo, che a questo proposito ci ha invitato in qualità di relatori per una giornata di approfondimento, e ciò è motivo di soddisfazione. Significa che stiamo lavorando nella giusta direzione”.

Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori