Libri / Il diavolo vince a Wimbledon

Ora mi stia a sentire signor Feltner. Non so perché mi stia dicendo queste cose orribili, ma voglio chiarirle una cosa: io mi riprenderò. Tornerò tra le prime dieci. Vincerò un torneo del Grande Slam. Vuole sapere perché? Perché non sono una che si arrende come quel bambinone che una volta allenava lei, signor Feltner. Non sono uscita da scuola tutti i giorni a mezzogiorno, per allenarmi per sei ore e fare i compiti sul cruscotto mentre tornavo dai tornei, per arrendermi. Non ho saltato cinema, gite e balli, uscite con le amiche e pigiama party, sbronze e pomiciate per giocare nei tornei locali del country club. E a proposito di country club, non ho chiesto a mio padre di lavorare ogni giorno e notte per insegnare il tennis a ricche signore di mezz’età, ragazzini viziati e banchieri cafoni per scappare davanti alla prima difficoltà. E di certo non ho lasciato l’UCLA, l’anno più bello della mia vita, perché sono una che si arrende!“.

il-diavolo-vince-a-wimbledon-cover-libroGonnellino bianco, scarpe da ginnastica e racchetta: questa è la divisa di Charlotte Silver più o meno da quando le hanno tolto il pannolino. Charlotte, chiamata amichevolmente Charlie, è già una delle promesse del tennis mondiale a poco più di vent’anni.

Ma quando, durante una partita sul Centrale di Wimbledon, costretta ad indossare un paio di scarpe non sue per poter partecipare all’incontro, si rompe il tendine d’Achille, precipitando sul braccio sinistro, fratturandosi anche il polso. Il mondo in quel momento le cade addosso: la sua carriera e i suoi sogni, che coltiva fin da quando era piccola, rischiano di andare in fumo per sempre, in quanto è consapevole del fatto che pochi tennisti si siano ripresi da simili incidenti a tal punto da tornare a gareggiare tra i primi del mondo.

Ma Charlotte non è pronta a mollare tutto quello per cui ha lottato. Non le va di aver sacrificato tutta la sua giovinezza per nulla. Troppe persone che cercano di convincerla a mollare, e la sua voglia di tornare, se possibile, cresce ancora di più, maturando in tutti i mesi di riabilitazione successivi all’operazione.

Ed è proprio allora che compare Todd Feltner: il coach dei coach, l’uomo che trasforma semplici tennisti in macchine da guerra, colui che non ha mai sbagliato un colpo.

Certo Feltner è un uomo insopportabile e arrogante, persino sadico, e sottopone i suoi atleti a sacrifici pazzeschi, ma Charlotte è consapevole che solo lui può riportarla al livello tanto sperato, e perché no, addirittura oltre. Così per lei non c’è altra scelta che stringere un patto con il diavolo.

Peccato che il diavolo abbia una filosofia tutta sua: non si vince restando buoni. Dunque addio alla vecchia Charlie e largo alla nuova: nuovo look, nuova immagine, nuove frequentazioni e nuovi flirt. Sarà disposta Charlie a rinunciare a se stessa per rincorrere il suo sogno?

Un romanzo firmato Lauren Weisberger, la fortunata autrice del famoso bestseller “Il diavolo veste Prada“, presenta la storia di una giovane che non si arrende davanti a nulla per tornare a brillare, con un ritmo davvero travolgente e contagioso.