Maggio, mese della Madonna

Appuntamenti importanti quelli di questa settimana a Pescarolo, rivolti particolarmente alla comunità cristiana, ma aperti a tutti. Il primo rientra nella tradizione ed è legato alla celebrazione del Rosario, una sera alla settimana, in occasione del Mese della Madonna, Il secondo appuntamento è molto più importante dal punto di vista della gestione economica della Parrocchia ed è un  assemblea pubblica fissata per  le 20.45 di venerdì 15 maggio. Per quanto riguarda il primo è tradizione celebrare il mese della Madonna con una serata settimanale di preghiera, un tempo si faceva  nelle cascine dove il proprietario offriva anche un rinfresco e, da alcuni anni, viene recitato presso le 4 edicole votive esistenti sul territorio.

Così il primo appuntamento per i fedeli si è svolto alle 20,30 di giovedì 7 maggio, in via Mazzini presso l’edicola votiva, comunemente chiamata di via della Macina, in quanto durante la sua realizzazione venne trovata una macina che testimoniava in quella zona un mulino che funzionava probabilmente con l’acqua della roggia accanto, denominata Sant’Antonia . L’appuntamento di Giovedì 14 sarà invece presso la grotta della Madonna nel vicolo Ferrari e realizzata nel 1961 dalla famiglia Rizzi proprietaria dell’edificio di fronte dove abitava e gestiva una filanda che cessò l’attività nel 1949 e un caseificio che, dopo la morte del titolare Marino Rizzi (ex Sindaco di Pescarolo) nel 1965, cessò l’attività dopo qualche anno di gestione da parte di un’ altra ditta.

Relativamente alla Madonna nell’attuale grotta, la figlia Achillina racconta che il papà Marino, era molto affezionato a quella Madonna, che dal 1900 circa si trovava nella filanda. In occasione di una nevicata, l’unica parte del tetto della filanda non crollata per il peso della neve fu proprio quella dove si trovava la statua. Con la trasformazione della ex filanda in appartamenti si pensò di trovare una degna collocazione della statua con la costruzione della grotta. Relativamente al secondo appuntamento, ci sarà ugualmente un momento di preghiera, ma l’oggetto della serata riguarderà fatti terreni. L’ entrata di Pescarolo e Pieve Terzagni nell’Unità pastorale delle comunità Cristiane e  l’arrivo dei nuovi Parroci ha portato in evidenza parecchi problemi pratici. Dopo un consulto con i nuovi nominati della gestione delle finanze, Don Attilio ha ritenuto opportuno questo incontro, per sentire anche il parere della gente sulle modalità da seguire per dare  risposte alle varie problematiche che interessano tutta la comunità.

Giampietro Masseroni
Classe 1940. ex sindaco di Pescarolo, appassionato estimatore del proprio territorio, del quale conosce- e riporta- vita, morte e miracoli...

NESSUN COMMENTO

Lascia il tuo commento


otto − 8 =