Novità per la Gilbertina Soresina

Soresina (Cremona) – Oggi, 5 marzo 2017, è una giornata storica per la Gilbertina Soresina Farmacia Segalini. Entra a far parte del roster della 1ª squadra un grande bomber come Mario Boni. La squadra costruita per centrare l’obiettivo prefissato dal presidente Davide Pala ha dimostrato di essere da vertice ed i risultati fin qui acquisiti ne sono testimonianza efficace.

I ragazzi hanno dimostrato di saper lottare anche quando il loro leader, vale a dire capitan Cristiano Masper, è stato costretto ai box per un fastidioso infortunio. A soli 5 giornate dal termine della regular season, però, con Mario Boni ci si è voluti tutelare a tutto tondo ed essere pronti per i playoff. Forti dell’esperienza negativa della scorsa stagione quando nel match decisivo contro Sustinente, nel 1° turno playoff, la squadra dovette rinunciare a ben 4 giocatori per problemi fisici o lavorativi.

Coach Paolo Castellani ha parlato nella serata di venerdì ai suoi ragazzi spiegando le decisioni della Società e garantendo massima serietà e professionalità nella scelta dei giocatori che scenderanno in campo di partita in partita, con l’obiettivo unico di regalare il sogno della serie C alla Gilbertina.

Ma chi è Mario Boni? Beh, non c’è bisogno di presentazioni, ma cerchiamo di dare una “rinfrescata” soprattutto ai più giovani.

Mario Boni è una guardia-ala di 200 centimetri, classe 1963, dotato di un tiro mortifero dalla lunga distanza. E’ uno dei pochi giocatori ad aver superato quota 10.000 punti nei campionati professionistici ed il terzo nella storia del nostro basket ad andare oltre quota 11.000 punti. Considerando il rapporto tra partite giocate e punti realizzati è il giocatore italiano che ha segnato di più in assoluto.

In coppia con Niccolai (i gemelli del basket) fa volare Montecatini portando la cittadina toscana nel gotha del Basket Nazionale. Nel 1990 vince il titolo di capocannoniere della serie A, primo italiano a riuscirci dopo l’exploit di “Dado” Lombardi 30 anni prima. L’anno successivo si ripete, chiudendo la stagione a 30.5 punti di media a partita. Da ricordare la sua esperienza in Grecia dove vince una Coppa Korac ed una Coppa di Grecia con l’Aris Salonicco diventando l’idolo dei tifosi ellenici.

Nel 2002 porta Teramo in serie A1 confermandosi un grande tiratore; successivamente centra una nuova promozione in serie A1 con la maglia della Virtus Bologna. A 42 anni è ancora leader della squadra ed idolo del pubblico. Nel 2013 a 50 anni gioca la sua ultima stagione in tornei FIP a Monsummano Terme (PT), cittadina limitrofa a Montecatini Terme in serie C, dove centra l’ennesima promozione. Nel 2016 vince il campionato provinciale ed il titolo regionale con la maglia degli Augles Montecatini nella categoria UISP.