Nuova vettura Auser

Auto_auser

Pescarolo ed Uniti – Nel pomeriggio di sabato 13 febbraio, in una piazza Garibaldi rimessa in ordine con l’eliminazione del falò da parte degli amici dell’ultrasecolare tradizione e, precisamente proprio davanti al comune, si è svolta la presentazione con la benedizione della nuova vettura dell’AUSER, una Berlingo Citroen da 1600 cc e 100 cv., costo 14.500 euro.

Auto_auser Presenti, oltre al Sindaco Cominetti, Mons. Arcagni, Tonarelli Agostino per l’Auser provinciale, esponenti di tutte le associazioni locali e, tra il numeroso pubblico, spiccavano i caratteristici giubbini azzurri dei tanti volontari dell’associazione. Un momento importante che assicura la continuità del lavoro avviato e i 1.228 interventi fatti nel 2015 sono una conferma dell’impegno dell’Associazione a favore di tutta la comunità e anche per questo il Presidente Becchi ha voluto che si svolgesse proprio davanti al comune, cosa che fortunatamente, è stata consentita anche da una situazione climatica favorevole.

Certamente un motivo anche d’orgoglio per lui, “Avere oggi una grande famiglia,” ha precisato in sintesi, “con tante persone che portano tanti mattoncini per costruire una casa che ha le sue fondamenta basate sulla grande disponibilità dei volontari” e non è mancato un momento d’emozione che ha saputo brillantemente superare, ma più che giustificato, dal ricordare 20 anni di attività.

Auto_auserPartendo da Luigi Maffezzoni che, costituito con alcuni volontari un gruppo, fu così il primo Presidente dell’Associazione con la moglie Maria che da casa propria gestiva il servizio con le funzioni di segretaria. Allora, ha proseguito Becchi, si andava con mezzi propri e la mitica macchina Elba messa a disposizione dal comune. A Luigi scomparso nel 2004 succedettero Mario Grossi e successivamente Tonarelli Agostino al quale, chiamato ad altri servizi, subentrò il sottoscritto con un mandato che scadrà a fine 2016.

“Grazie alla Cassa Padana riuscimmo,” ha ricordato Becchi, “ad avere un mezzo nuovo, lo scudo FIAT nove posti e oggi, dopo nove anni, possiamo dire di avere finalmente un mezzo nostro, con un grazie, ha precisato in sintesi, al comune, con il quale abbiamo una convenzione con un comodato d’uso del centro, una fattiva collaborazione e che, anche nel caso specifico, non ha avuto esitazioni ad assicurare la propria disponibilità. Un grazie a tutti i cittadini, agli amici del falò e a tutte le altre associazioni con le quali collaboriamo nelle varie iniziative e che abbiamo voluto ricordare,” ha precisato Becchi; “con le scritte fatte sulla vettura, ricordando cittadini e comune.”

All’intervento di Becchi sono seguiti i complimenti del Sindaco per la presenza di numerosi giubbini azzurri a conferma che Pescarolo ha tanti bisogni ma anche tante cose da dare ed “E’ con grande partecipazione,” ha precisato lo stesso, “che abbiamo dato prontamente la nostra adesione a questo progetto” ed ha concluso con un grazie a tutti i volontari. Tonarelli oltre a portare il saluto delle 48 auser sparse sul territorio e che, nel suo nuovo incarico di Presidente provinciale, ha avuto modo di conoscere e alle quali, con una punta di orgoglio, porta sempre e dovunque, sia per le difficoltà che per la gioia, l’esempio della nostra realtà.

Ha poi evidenziato anche come l’Associazione si sia messa a disposizione della Nuova Unità Pastorale, portando i bambini a catechismo, oltre a partecipare e collaborare con tutte le altre associazioni nelle varie iniziative. Mons. Arcagni prima di procedere alla benedizione dell’automezzo, facendo un breve riferimento ad un versetto del Vangelo di Matteo, ha ricordato che la vita cristiana è fatta di riti religiosi ma anche attraverso momenti di una vita offerta e spesa nel servizio, se crediamo nella dignità di ogni persona. Il pomeriggio si è poi concluso con un rinfresco presso il Centro Sociale.

Giampietro Masseroni
Classe 1940. ex sindaco di Pescarolo, appassionato estimatore del proprio territorio, del quale conosce- e riporta- vita, morte e miracoli...

NESSUN COMMENTO

Lascia il tuo commento


3 × = tre