Servizio Civile Nazionale

E’ stato pubblicato in questi giorni il bando relativo alla selezione di giovani da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale. Il Comune di Cremona, ente accreditato ad accogliere giovani volontari, ha ottenuto il finanziamento di tutti i sei progetti presentati per un totale di 44 posti a disposizione dei giovani, italiani e stranieri, tra i diciotto (compiuti) ed i ventotto anni (e 364 giorni), che presenteranno domanda di ammissione entro il 16 aprile prossimo (tutte le necessarie informazioni e la modulistica possono essere scaricate dal sito del Comune di Cremona).

Questi i progetti e le sedi di impiego del Comune di Cremona:

QUESTIONI DI FAMIGLIA: RELAZIONI, EDUCAZIONE E SOLIDARIETA’ PER LA COMUNITA’
Il progetto intende valorizzare le politiche a favore della famiglia, in particolar modo quella vulnerabile, articolata nei suoi diversi target e bisogni: minori, giovani, adulti e anziani. In particolare, il supporto alla famiglia in un’ottica di conciliazione vita familiare/vita lavorativa/compiti di cura.

Sedi:
PoIS: 2 volontari
Centro per le Famiglie: 2 volontari
Centro interculturale Mondinsieme: 1 volontario
Iride Società Cooperativa Sociale: 1 volontario
CR.FORMA, Azienda Speciale Servizi di Formazione della Provincia di Cremona: 1 volontario
Federazione Oratori Cremonesi (FOCr): 1 volontario
Liceo Artistico “B.Munari”: 1 volontario
L’umana Avventura – Centro Per Le Famiglie Il Cerchio: 1 volontario
Ufficio Europa: 1 volontario

ERIDANOS IL GRANDE FIUME : UN CONFINE, UNA RISORSA, IL PASSATO, IL FUTURO
Il progetto ha un obiettivo principale, ambizioso e da realizzare nel lungo periodo, che mira a riscoprire le radici del territorio per amplificarne la vocazione ambientale e disegnare un futuro di rinnovato protagonismo di Cremona nel territorio di pianura.
Sedi:
Ufficio Ecologia (Settore Ambiente, Trasporti, Mobilità) 1 volontario
Servizio Sviluppo Informatico e delle nuove tecnologie (Ufficio SIT) 1 volontario
Museo di Storia Naturale 1 volontario
Ufficio Periferie 1 volontario
Ufficio Serre e Verde Pubblico 1 volontario

DIRITTI…ALLA META. Bambini, ragazzi e giovani: un orizzonte di opportunità per i cittadini di domani
L’obiettivo generale del progetto “DIRITTI…ALLA META. Bambini, ragazzi e giovani: un orizzonte di opportunità per i cittadini di domani” è quello di favorire in città la più piena attuazione dei diritti di bambini, ragazzi e giovani garantendo uguali opportunità educative e di sviluppo della propria persona indipendentemente dalla provenienza e dalle condizioni fisiche e sociali di ciascuno.
Sedi:
asilo nido Lancetti 1 volontario
asilo nido Navaroli 1 volontario
asilo nido Sacchi 1 volontario
asilo nido S. Francesco 1 volontario
scuola infanzia F. Lacchini 1 volontario
scuola infanzia S. Giorgio 1 volontario
Laboratorio Cremona dei Bambini 1 volontario
Comune di Cremona 4 – Ufficio Politiche Giovanili 1 volontario
Agenzia Servizi Informagiovani 1 volontario

CULTURA IN CITTA’
Il progetto si pone in ideale continuità con altri progetti analoghi presentati e realizzati negli anni precedenti.
Sedi:
Museo Archeologico 1 volontario
Museo Cambonino 1 volontario
Centro Fumetto “A. Pazienza” 1 volontario
Servizio di promozione del libro e della lettura 1 volontario
Biblioteca (Liceo Scientifico “G. Aselli”) 1 volontario
Scuola Primaria “Trento e Trieste” 1 volontario
Archivio di Stato 1 volontario
Biblioteca (Liceo Classico “D. Manin”) 1 volontario
Biblioteca (Liceo delle Scienze Umane “Sofonisba Anguissola”) 1 volontario

STAI CONNESSO E SEI …SEMPLICEMENTE IN COMUNE
Obiettivi del progetto sono adeguare la pubblica amministrazione di Cremona alle esigenze di una moderna società in grado di affrontare le sfide del terzo millennio, promuovere ogni azione utile ad accrescere la diffusione delle tecnologie dedicate alla comunicazione e all’informatizzazione nelle pubbliche amministrazioni, favorire un rapido aumento dei livelli di soddisfazione dell’utenza, con una maggiore efficienza del sistema amministrativo
Sedi:
Ufficio Comunicazione e Promozione, SpazioComune-URP 2 volontari
Ufficio Stampa 1 volontario
Ufficio Servizi al contribuente 1 volontario
Ufficio rapporti di lavoro 1 volontario

SI-CURA e SICURI: tempi ed opportunità per conoscere e contrastare la violenza di genere
Il progetto si pone di perseguire i seguenti obiettivi generali: contrastare gli stereotipi e la violenza contro le donne, aumentare la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere, promuovere un ruolo attivo dei giovani nell’affrontare la complessità dei bisogni portati dalle donne vittime di violenza
Sedi:
Ufficio Tempi 1 volontario
Polizia Locale 1 volontario
AIDA 1 volontario
Tribunale di Cremona 2 volontari

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel bando e tra quelli inseriti nei bandi regionali e delle Province autonome contestualmente pubblicati. La mancata indicazione della sede per la quale si intende concorrere non è motivo di esclusione. Sarà cura dell’ente provvedere a far integrare la domanda con l’indicazione della sede laddove necessario.

Il Servizio Civile Nazionale rappresenta un’opportunità messa a disposizione dei giovani, dai 18 ai 28 anni, di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore di coesione sociale; costituisce altresì, un modo di difendere la patria, il cui “dovere” è sancito dall’articolo 52 della Costituzione; una difesa che non deve essere riferita al territorio dello Stato e alla tutela dei suoi confini esterni, quanto alla condivisione di valori comuni e fondanti l’ordinamento democratico.

Il servizio civile garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa, una importante occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva. Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio civile, acquisisce competenze qualificanti mettendosi direttamente alla prova con la realtà lavorativa e sociale.

Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio civile volontario, sceglie di aggiungere un’esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa, quando non diventa addirittura opportunità di lavoro, nel contempo assicura una sia pur minima autonomia economica.

Barbara Ponzoni
Barbara Ponzoni, laureata in lettere moderne. Scrive da sempre, per lavoro e per diletto. Attualmente è nella redazione di Popolis.it, Popolis rivista e VivereCremona.it.

ARTICOLI CORRELATI

NESSUN COMMENTO

Lascia il tuo commento


5 × tre =