Un anno da “randagi”

Un calendario con tante storie da raccontare per aiutare Randagi si Diventa

Crema, Cremona. Una bella e commuovente iniziativa per il prossimo calendario 2016 pensata dall’associazione Randagi si Diventa di Crema: 12 mesi con dodici fotografie degli ospiti del canile e in attesa di adozione. Ogni mese è una storia, perché il miglior amico dell’uomo, anche se abbandonato per strada, perdona e ha sempre in riserbo una dose d’affetto per coloro che decidono un’adozione.

Il calendario è già pronto, si può richiedere direttamente all’associazione, vuole essere un semplice inizio di collaborazione con tutte le persone, volontari e simpatizzanti, che desiderano impegnarsi con l’associazione. Randagi si Diventa impegnerà tutti i proventi a favore dei cani a carico del canile, che si trovano in parte in pensione presso altre strutture, in parte ospiti presso delle famiglie che hanno generosamente dato la loro temporanea disponibilità.cane_abbandono2

L’Associazione Randagi si Diventa onlus nasce a settembre 2014 grazie alla volontà ed all’intraprendenza di persone che operano in difesa degli animali. L’Associazione si occupa quotidianamente di loro, i randagi abbandonati, all’interno di strutture come i canili ed è proprio questa esperienza pluriennale che spinge i volontari a battersi per il loro benessere, affrontando anche tematiche importanti come l’abbandono ed ogni forma di sfruttamento e maltrattamento. Ma soprattutto, sulla base dell’esperienza maturata e diretta sul campo, i volontari ribadiscono che sia necessario un impegno costante di informazione e prevenzione sul territorio ed un cambio di rotta culturale da parte della istituzioni e della stessa società.

Ma oltre a questo l’impegno dei volontari richiede una costanza e un carico di responsabilità e presenza costante sul territorio. Come per esempio per la scelta fatta nel marzo di quest’anno, in occasione del trasferimento nella nuova struttura di Vaiano Cremasco dei cani che erano ospitati presso l’ormai ex canile di Crema.cane stressato

I volontari di Randagi si Diventa hanno deciso di adottare e prendersi cura di 36 di loro: alcuni scelti per l’età ormai avanzata, alcuni per particolari difficoltà comportamentali, altri ancora per la consapevolezza che non avrebbero superato il trauma del trasferimento e della perdita di ogni punto di riferimento, sia ambientale che umano. Una scelta importante e responsabile, coerente con i fini dell’associazione, dettata dall’affetto e dalla volontà di trovare per ognuno la sistemazione migliore. Ma anche e soprattutto una scelta coraggiosa, ma non accesso a convenzioni o supporto economico da parte di qualsivoglia ente pubblico, c’è bisogno dell’aiuto di tutti coloro che hanno a cuore la sorte degli amici a quattro zampe.

Ecco come aiutarli: http://randagisidiventa.org/page.php?14

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

NESSUN COMMENTO

Lascia il tuo commento


sette × 6 =